Passate sopra le immagini per animare i personaggi!

Giovanni

Giovanni

«Mi vergogno a tentare di raccontare ciò che vidi dalla cima del colle. Non esistono parole per descrivere l’orrore di una simile carneficina. A perdita d’occhio soldati squartati, smozzicati, monchi, ammassati l’uno sopra l’altro in mucchi informi.»

Giovanni ragazzo

Dall’erbario del dottor Crollio

Giovanni

«Passavo ore con mio padre in laboratorio e a un’età in cui i bambini imparano a dire “tavolo” o “sedia”, io ero già in grado di distinguere una trentina di erbe.»

Dr. Crollio

Crollio

«Mio padre era mingherlino e quando parlava s’infervorava e gesticolava come se le idee fossero farfalle da acchiappare al volo.»

Annamaria

Annamaria

«Quatti quatti strisciammo tra i cespugli, nascondendoci poco lontano dall’acqua. Mia sorella, che aveva sentito un rumore sospetto, si fermò, guardandosi intorno attenta e fiutando l’aria come un cervo.»

Il canonico Coppelius

Il canonico Coppelius

«Se non proprio un erudito, Coppelius era un uomo di una certa istruzione… e dal vasto appetito.»

Flora

Flora

«Sapevo che Flora, per arrotondare le entrate, cucinava pranzi per alcuni clienti scelti. Ma fino ad allora ero stato così ingenuo da pensare che fossero solo le sue doti culinarie a rendere gli avventori tanto affezionati.»

Heinrich

 

 

«“Signora, siete incantevole! Anzi permettetemi di guardarvi
meglio,” disse Heinrich e sollevò con l’indice la palpebra dell’occhio
orbo. Inchinato davanti a Flora mi fece pensare a un orso
addomesticato da una bambina paffutella.»

Tullia

Tullia

«Le autopsie avvenivano all’interno della grotta. Mentre
io e Corvinus sezionavamo, Tullia ritraeva ciò che il marito
le indicava. Ero affascinato dalla rapidità e dalla precisione
con cui eseguiva i disegni, non aveva mai bisogno di cancellare
una linea. »

Corvinus

«Corvinus era leggermente strabico, un occhio fissava l’interlocutore,
mentre l’altro di tanto in tanto sfuggiva, ruotando
verso la sala.»

Aurora

Aurora

«Aurora si alzò con un sospiro e, chinando il capo, sciolse un cordoncino legato dietro la nuca. La maschera era formata da due parti: una copriva gli occhi e una seconda, che non tolse, nascondeva solo il naso.»

Collage: Daniele Derossi
Animazioni: Jack Kindred-Boothby e Linnéa Haviland